Incisioni alla maniera nera  cm.26x51,5 su carta Fabriano cm.46x70 eseguite con una tiratura di cinquanta esemplari nella stamperia d'arte della Casa Editrice Il Cigno, in occasione della mostra personale “Francesco Canini Nuotatrice” al Museo Umberto Mastroianni nel complesso dei Musei in San Salvatore in Lauro a Roma, anno 2020.

 

 

La maniera nera è una tecnica d'incisione diretta. Si lavora inizialmente la lastra di rame agendovi sopra con uno strumento chiamato berceau, una speciale mezzaluna d'acciaio dentellata: muovendolo con pressione si ottengono una serie di piccole cavità. La lastra va così trattata in più passaggi di diverse direzioni e in modo uniforme, se venisse stampata al termine di questa fase iniziale, si otterrebbe un colore compatto.Questo processo preparativo è detto granitura della lastra.

A questo punto, sulla lastra così lavorata, si agisce con il brunitoio per ottenere zone ove si vuole diminuire l'inchiostrazione, raschiando via la granitura del metallo secondo le sfumature degradanti che vorremo ottenere.
Con la maniera nera si possono ottenere tonalità ricche di profonde sfumature, con una ricca gamma di mezzitoni impossibili da raggiungere mediante altre tecniche incisorie.